TEST Motivazione Al Cambiamento-Tabacco (MAC-T)

tabacco nicotina

Il questionario MAC-T (Motivazione Al Cambiamento – Tabacco) permette di collocare il soggetto esaminato in uno “stadio prevalente”, quello in cui ha totalizzato il punteggio più alto e consente di disegnare il profilo motivazionale esaminando in forma grafica i punteggi raggiunti dal soggetto nei quattro stadi del cambiamento: precontemplazione, contemplazione, determinazione e azione.
Nel test si riportano una serie di affermazioni: bisogna rispondere sul grado di veridicità, ovvero su quanto è vera/falsa ciascuna affermazione scegliendo tra le risposte preimpostate.

PRECONTEMPLAZIONE: il soggetto non ha ancora pensato di smettere, non riconosce il fumo come un problema. “Non ho intenzione di cambiare…”
CONTEMPLAZIONE: il soggetto riconosce in qualche modo il problema, ma non se ne cura, né manifesta una vera e propria richiesta d’aiuto; magari mette in atto tentativi di autoregolamentazione destinati il più delle volte a fallire. “Fumare mi piace, ma…”
DETERMINAZIONE: il soggetto è deciso a cambiare e viene attivamente ricercata una soluzione al problema della dipendenza. “Sono veramente deciso…”
AZIONE: il fumatore non solo esamina la possibilità di non fumare ma passa all’azione, attivandosi nel ricercare un aiuto oppure non comprando più le sigarette; insomma inizia a percorrere la strada del cambiamento. “Sto facendo tutto il possibile…”

AUTOEFFICACIA (Self-Efficacy): è definita come la fiducia nella propria capacità di raggiungere un obiettivo definito; è la forza della convinzione che s’impegnerà con successo a raggiungere l’obiettivo; in altre parole evidenzia quanto la persona si sente capace di attivarsi per smettere di fumare. “Mi sento capace di fare ciò che occorre…”

FRATTURA INTERIORE (Discrepancy): si intende un disagio, una sofferenza che può provare una persona che sente di non essere come vorrebbe essere; in altre parole rappresenta il conflitto interiore tra come la persona si sente per il modo di fare attuale e come invece vorrebbe vivere.

Un alto livello di frattura interiore associato ad un buon livello di autoefficacia sono forti predittori positivi nella cessazione. La sola frattura interiore, nel caso in cui il fumatore si senta scoraggiato o abbia poca speranza di farcela non è sufficiente a garantire un buon risultato.

DISPONIBILITA’ AL CAMBIAMENTO (Readiness): esprime quanto il soggetto si sia già mosso lungo il cammino del cambiamento e a quale punto si trovi.

ESEGUI IL TEST sul sito del Centro Antifumo “QUIT” autore dr. Guglielmo Lauro

________________________

DISTURBI CORRELATI A SOSTANZE

LEAVE A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.