Tessuti spenti? Un tocco di colore rinnova l’arredamento e non solo!

colori


Tante persone amano dedicarsi a lavori di tipo artistico e creativo, come per esempio quello di personalizzare con estrema originalità il proprio vestiario. Alternativamente si può dare un tocco di
colore personalizzato all’ambiente di casa.


Non sottovalutate questo aspetto: i colori influiscono sull’umore, facendo sentire più o meno rilassati. Non ce ne accorgiamo perché tutto agisce a livello inconscio, ma saper scegliere le tinte aiuta a creare un clima più disteso. Inoltre, permette di sfogare la propria creatività, che è sempre una potente soluzione antistress.

Un modo valido e semplice per colorare al meglio e personalizzare la propria abitazione è quello di servirsi di appositi pennarelli per tessuti, progettati proprio per usarli sulla stoffa. In questo modo riuscirete a procedere col tratto da disegnare, senza aver alcun tipo di problema, grazie alla facilità d’utilizzo di questi strumenti così versatili. Se quindi state pensando di procedere a rinnovare il vostro arredamento, il primo aspetto da tener presente è proprio la scelta dei colori, come armonizzarli fra loro e quali scegliere in ogni stanza.

Come si può rinnovare l’arredamento di casa coi colori


La scelta delle tonalità ideali per arredare ogni ambiente di casa, si basa fondamentalmente su fattori come le preferenze personali e l’atmosfera che si desidera creare associata a un colore particolare.
In camera da letto è preferibile scegliere dei colori dall’effetto rilassante e non troppo vivaci, che non interferiscano con il sonno. Quindi qui via libera a tonalità azzurre e verdi che favoriscono il relax a livello mentale; sono perfette, come pure i colori pastello.
Mentre se volete dare un tocco di colore alla vostra cucina, potrete sbizzarrirvi con colori accesi. Si tratta di un’ambientazione viva, dove toni solari come il giallo sono perfetti per un gradevole rinnovo.
Le tonalità adeguate a uno studio sono sicuramente quelle che permettono di stimolare sia la creatività che la concentrazione; vanno bene viola e blu scuro, non su tutte le pareti ovviamente per non appesantire troppo.
Per quanto riguarda il salotto, si suggerisce di scegliere delle tonalità più tendenti al neutro utili per la base o colori che si possono andare a mixare con dei toni più accentuati, da scegliere ad esempio per i tappeti o le tende e i soprammobili presenti in questa stanza. Per esempio un grigio di base si può ravvivare con un giallo tendente al senape.
Infine se i mobili sono di tonalità accese, è preferibile mantenere dei toni più sobri sulle pareti e i pavimenti, così da non appesantire troppo l’ambiente.



BLOG

error: Content is protected !!