SEMILOGIA DELLA ATTIVITA’ SINTETICA DI BASE

psichiatria

Le operazioni fondamentali attraverso le quali procede il pensiero sono astrazione, associazione, giudizio, critica e ragionamento.

L’astrazione è quella funzione per cui elementi comuni vengono isolati, liberati dai caratteri contingenti dell’elemento sensoriale concreto, consentendo quindi di ricavarne un senso al di là dell’immediatezza percettiva. Queste astrazioni intellettuali costituiscono le idee: infatti l’idea di albero altro non è che un modello generale, o classe, che accomuna tutti gli alberi senza riferirsi ad alcuno in particolare.

L’associazione è quel processo per il quale un concetto ne richiama un altro che abbia in comune con il primo degli elementi; le modalità associative si esplicano essenzialmente attraverso le categorie della contemporaneità, della contiguità, della somiglianza, dell’identità, del contrasto, dell’analogia della funzione o dell’assonanza.

Gran parte della capacità associativa dipende dalla funzione mnestica

La critica è la determinazione e delimitazione dei nostri poteri conoscitivi e si esercita attraverso l’analisi ed il confronto delle idee oltre che alla logica formale ed al contenuto; permette quindi di distinguere il vero dal falso, il possibile dall’impossibile, il reale dall’irreale.

Il giudizio è conseguente alla critica; dal giudizio dipende un rapporto corretto con la realtà e la verità.

Il giudizio di realtà è quel meccanismo che permette di valutare la corrispondenza tra un’idea ed un fatto della realtà e quindi tra un pensiero, che può avere in sé elementi concreti ed astratti, ed una situazione eminentemente concreta

Il ragionamento è un’attività che collega le idee secondo determinate strutture logiche quali la deduzione (dal generale al particolare) e l’induzione (dal particolare al generale).

  • Disturbi della capacità di astrazione e delle operazioni intellettuali
  • Disturbi della attenzione e della concentrazione
  • Disturbi del corso del pensiero:ideazione e flusso ideo/verbale (fuga delle idee, rallentamento della ideazione, inbizione del pensiero, discontinuità del pensiero)
  • Disturbi della comunicazione
  • Disturbi della articolazione del linguaggio (verbale e scrittura)
  • Alterazioni sintattiche
  • Alterazioni semantiche (neologismi, incoerenza verbale, glossolalia)

Vai a SEMIOLOGIA

.