ONDA VERDE EPISODIO 5 : Breve storia della guerra alla droga

Breve storia della guerra alla droga

Il quinto episodio de L’Onda Verde è un viaggio nella storia e nella geografia che parte dalla conquista italiana della Libia nel 1911, passa dal proibizionismo americano guidato da Anslinger, commissario del Federal Bureau of Narcotics, arriva alle tre ondate della “war on drugs” di Nixon, Reagan e Clinton, racconta del fallimento della strategia ONU di fine anni ‘90 legata al nome del nostro Pino Arlacchi “un mondo senza droghe: possiamo farcela” e si conclude con una riflessione sull’oggi e sull’Italia.

Leonardo Fiorentini e Stefania Andreotti partono dalle atmosfere anni ‘20 e ‘30, dalla demonizzazione del jazz e dal passaggio chiave da cannabis al nome spagnoleggiante di marijuana: l’unione di impulsi razzisti verso messicani e afroamericani e il bisogno puritano dell’opinione pubblica americana di criminalizzare il desiderio delle persone di raggiungere la felicità anche attraverso una sostanza.

Perché non è mai stata una guerra alla droga. Ma una guerra contro le persone e contro intere comunità o gruppi sociali.

Plus: la scheda finale è dedicata a sfatare due miti sulla cannabis. Che la legalizzazione fa aumentare il crimine e che comunque non serva a combattere le mafie.

ASCOLTA IL PODCAST

Ospite:

Stefano Anastasia,  professore di Sociologia del Diritto presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Perugia, già presidente di Antigone e de La Società della Ragione,  attualmente Garante delle persone private della libertà per le Regioni Lazio e Umbria.

Ascoltalo sulla tua piattaforma preferita:

Estratti audio:

GLI ALTRI EPISODI DI ONDA VERDE

ONDA VERDE EPISODIO 1 : Cannabis, referendum e democrazia digitale

ONDA VERDE EPISODIO 2 : Referendum cannabis, la decisione della consulta

ONDA VERDE EPISODIO 3 : La cannabis e le convenzioni internazionali

ONDA VERDE EPISODIO 4: le 4 piantine di cannabis piantate in Parlamento