Giorgio Samorini – Podcast “Psichedelici: Amanite, LSD e dintorni”

La settima puntata di “Illuminismo psichedelico” è un appuntamento speciale, ospite di Federico di Vita è infatti stavolta Giorgio Samorini, il più importante ricercatore italiano nell’ambito delle piante psicoattive, il cui lavoro – citato anche da Terence McKenna ne “Il cibo degli dei” e da Michael Pollan in “Come cambiare la tua mente” – prosegue ormai da decenni. Samorini è stato più volte definito un “drogologo”, ossia uno studioso della fenomenologia delle droghe.
Nel corso della puntata i temi trattati hanno spaziato dalla seconda edizione del Corso di Alta Formazione in Micoterapia: Aspetti farmatossicologici dei funghi medicinali, che Giorgio Samorini terrà insieme ad Adriana D’Arienzo per l’Università di Padova; per poi toccare la riscoperta in campo etnografico e terapeutico delle Amanite (Muscaria e Pantherina); fino ad arrivare agli ultimi importanti ritrovamenti nel campo dell’archeologia delle piante inebrianti, sia in Italia che nel resto del mondo. Tra questi ultimi spicca una scoperta effettuata a Porto Russo, vicino Lecce, dove in un’area di culto dell’età del bronzo sono stati rinvenuti in due coppe resti di segale cornuta, il che consente di avvalorare per la prima volta sul piano archeologico l’ipotesi più volte avanzata circa l’uso dell’ergot nei riti di tipo demetriaco, ovvero i culti mediterranei in onore di divinità femminili, il più importante dei quali è rappresentato dai Misteri Eleusini.

Ascolta “Psichedelici: Amanite, LSD e dintorni” su Spreaker.