Fumo: tra i giovani è di moda il narghilè

Moda dilagante tra i giovanissimi è quella delle pipe ad acqua, chiamate narghilè o shisha, ma che hanno tanti altri nomi a seconda dei Paesi d’origine (hookah, goza, hubble bubble, argeela, etc.).

Il termine narghilè, di origine turca significa bottiglia e indica il contenitore d’acqua al cui interno passa il fumo che viene aspirato.
Diffuso inizialmente nelle regioni sud Asiatiche, si è propagato facilmente in Russia, ove tuttora non vi sono leggi antifumo e poi in tutto l’Occidente.
In Russia, infatti, per l’assenza di provvedimenti legislativi, sigarette accese sono ancora molto presenti ovunque; i locali pubblici sono spesso impregnati da un odore pungente di tabacco; ma altrettanto diffuso è il Qalyan (кальян), termine di derivazione persiana con il quale in Russia viene denominato il narghilè. Il Qalyan è oramai una tradizione per il popolo russo abituato a fumarlo in tutti i locali di ristorazione; anzi, una delle prime cose che entrando in un locale (caffè, ristorante, pub, pizzeria) viene chiesta agli avventori è se si desidera il Qalyan; e ne fanno uso soprattutto i giovanissimi.

Qualche anno fa presso l’Università di Uppsala, in Svezia, si è iniziato ad analizzare il fenomeno in aumento fra i giovanissimi e hanno messo in evidenza che aspirare dai tubi delle esotiche pipe comporta un’esposizione maggiore al monossido di carbonio e ad altre sostanze nocive e cancerogene di quanto non facciano le sigarette.

In Italia, il narghilè non è certamente diffuso in tutti i locali di ristorazione, ma locali ove si può fumare il narghilè si trovano oramai ovunque, non solo nelle grandi città, ma anche nei piccoli centri. In genere il fumo di narghilè viene passato per una forma meno pericolosa di fumare facendo riferimento al fatto che il passaggio del fumo nell’acqua può diminuire la concentrazione delle sostanze tossiche che derivano dalla combustione del tabacco. In realtà risulta pericolosamente aumentata la concentrazione di monossido di carbonio prodotto dall’utilizzo di carbone ed altre sostanze per creare la brace del narghilè.

Dunque, il fumo di narghilè non a caso sta diventando la nuova causa emergente di policitemia secondaria (1); in altre parole la carenza di ossigenazione in chi è esposto al monossido di carbonio stimola un’eccessiva produzione di globuli rossi con conseguente tendenza alla trombosi. Inoltre, essendo il narghilè spesso fumato in gruppo è uno strumento per la diffusione di infezioni come la tubercolosi, l’Herpes e l’epatite (2,3).


In Italia iniziano a registrarsi casi di avvelenamento da monossido di carbonio a seguito di fumo di narghilè specie in adolescenti (4). E gli studi scientifici iniziano ad occuparsi del narghilè che sta diventando un fenomeno globale con le sue varianti del prodotto, affermando che una sessione di narghilè può eguagliare quella prodotta da più di 100 sigarette (5).Un discorso a parte va riservato all’impiego di prodotti tobacco-free per narghilè e che vengono pubblicizzati come una sana alternativa ai prodotti del tabacco.

Uno studio in doppio cieco (6) ha messo in relazione tabacco convenzionale per narghilè con prodotti etichettati come tobacco-free: i quantitativi di tossine rilevate (monossido di carbonio, ossido nitrico, aldeidi volatili, catrame e idrocarburi aromatici policiclici) sono risultati sostanzialmente sovrapponibili in entrambi i gruppi, tranne che per quanto riguarda la nicotina, sostanzialmente assente nel fumo dei prodotti tobacco-free.

Questi risultati contraddicono i tentativi di legittimare il narghilè tobacco-free, facendo luce sulle numerose teorie pseudoscientifiche che lo vogliono far passare come il prodotto per il fumatore “salutista”.Per quanto riguarda gli aspetti polmonari un recente studio (7) ha dimostrato e confermato che la clearance muco-ciliare (ovvero il meccanismo di difesa aspecifico che intrappola le impurità inspirate e tende a eliminarle all’esterno) nei fumatori di narghilè è risultata peggiorata rispetto ai fumatori di sigarette e ai controlli. Studi sui profili spirometrici dei fumatori di narghilè hanno concluso che il narghilè accelera l’invecchiamento polmonare (8).


Peraltro, i riscontri laringei che si rilevano nei fumatori di narghilé sono paragonabili a quelli dei fumatori di sigarette (9). Infatti, anche 30 minuti di fumo di narghilè possono causare un calo della tonalità della voce con aumento delle secrezioni laringee e vasodilatazione delle corde vocali (10).Altra cosa importante è dissuadere i fumatori di sigarette dal passare al narghilé per ragioni di compensazione: il fumo di sigaretta si ripercuote principalmente sulle vie respiratorie terminali (bronchioli e alveoli) quello del narghilè più sulle grosse vie respiratorie (laringe, trachea e bronchi) per cui i fumatori di sigaretta saranno più sensibili agli effetti del fumo di narghilè rispetto a chi fuma esclusivamente il narghilè.
Fonti:

  1. Tadmor T, Mishchenko E, Polliack A, Attias D: Hookah (narghile) smoking: a new emerging cause of secondary polycythemia. Am J Hematol. 2011 Aug;86(8):719-20.
  2. Chaouachi K: Patologie associate all’uso del narghilè. Tabaccologia 1: 27-34, 2006.
  3. 3. Wald NJ, Watt HC: Prospective study of effect of switching from cigarettes to pipes or cigars on mortality from three smoking related diseases. British Medical Journal, Jun 28;314(7098):1860-3, 1997.
  4. La Fauci G, Weiser G, Steiner IP, Shavit I: Carbon monoxide poisoning in narghile (water pipe) tobacco smokers. Pediatric Department, Arcispedale S. Anna Hospital, Ferrara University, Italy.  CJEM. 2012 Jan;14(1):57-9.
  5. Kesner KL , Ramaiah VK , Hemmer LB , Koht A:  Anesthesia implications of waterpipe use.  Department of Anesthesiology, Northwestern University, Feinberg School of Medicine, Chicago, IL 60611, USA. J Clin Anesth. 2012 Mar;24(2):137-40.
  6. Shihadeh A, Salman R, Jaroudi E, Saliba N, Sepetdjian E, Blank MD, Cobb CO, Eissenberg T: Does switching to a tobacco-free waterpipe product reduce toxicant intake? A crossover study comparing CO, NO, PAH, volatile aldehydes, “tar” and nicotine yields. Mechanical Engineering Department, American University of Beirut, Beirut, Lebanon. [email protected] Food Chem Toxicol. 2012 May;50(5):1494-8.
  7. Koseoglu N, Aydin A, Sabri Ucan E, Ceylan E, Eminoglu O, Durak H, Imren Y, Guven H: Chronic Effects of Water-pipe Smoking on Mucociliary Clearance. ERJ 2005 (Sep.);26 (49 suppl); abstract 1006; ERS Congress 2005.
  8. Ben Saad H, Khemis M, Bougmiza I, Prefaut C, Aouina H, Mrizek N, Garrouche A, Zbidi A, Tabka Z: Spirometric profile of narghile smokers. Service de physiologie et des explorations fonctionnelles, EPS Farhat Hached, Sousse, Tunisia. [email protected] Rev Mal Respir. 2011 Sep;28(7):e39-51.
  9. Hamdan AL, Sibai A, Oubari D, Ashkar J, Fuleihan N: Laryngeal findings and acoustic changes in hubble-bubble smokers. Eur Arch Otorhinolaryngol. 2010 Oct;267(10):1587-92.
  10. Hamdan AL, Sibai A, Mahfoud L, Oubari D, Ashkar J, Fuleihan N: Short term effect of hubble-bubble smoking on voice. J Laryngol Otol. 2011 May;125(5):486-91.

autore Guglielmo Lauro

CAF_QUIT

LEAVE A COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.